Un nuovo laboratorio linguistico per l'Istituto Carducci

Una classe nel nuovo laboratorio“A beautiful dream” è il titolo della canzone composta dagli studenti del liceo Carducci, con la quale hanno salutato gli ospiti presenti all’inaugurazione del nuovo laboratorio linguistico multimediale del loro istituto. E, in effetti, un bel sogno, divenuto realtà, grazie anche ai finanziamenti della Fondazione Carife, è stato l’allestimento di questa struttura di cui usufruiranno in primis gli alunni del liceo linguistico e pure, compatibilmente con gli orari, gli allievi degli altri indirizzi.

Il 3 novembre scorso, nell’auditorium di Via Canapa, la Dirigente dott.ssa L. Piva ha sottolineato come il laboratorio arricchisca l’offerta formativa della scuola da lei diretta e offra la possibilità di potenziare l’apprendimento delle lingue studiate, ha ricordato poi come la sua realizzazione sia stata possibile per la sinergia di diverse istituzioni che credono nei giovani: la scuola nelle sue varie componenti, l’Ufficio Scolastico Territoriale, la Fondazione Carife e la Provincia.

Alla cerimonia inaugurale hanno presenziato, per la Fondazione il dott. Puglioli, contento che, nonostante i tempi difficili, si sia deciso di sostenere un’iniziativa a favore della cultura, che consente un approccio diretto con le lingue straniere ed una conoscenza che un tempo si raggiungeva solo con il soggiorno all’estero.

Un immagine dei ragazzi nel laboratorioLa dott.ssa Martinez, reggente dell’Ufficio scolastico di Ferrara, accompagnata dal dott. Panicali ha parlato ai numerosi studenti presenti, ricordando come il laboratorio nasca da un’attenzione nei loro confronti e dalla visione di una scuola che pone al centro il ragazzo.

Anche l’assessore Zanni ha sostenuto che investire nella scuola è una scelta non facile, ma ricca di speranza nel futuro.

Dopo le incoraggianti parole degli ospiti, un allievo ha illustrato le molteplici attività che vengono svolte “nel laboratorio….dei laboratori”.

E’ seguito il taglio del nastro e con la classe seconda L alcuni ospiti hanno potuto vedere lo svolgimento di una lezione in francese e provare l’emozione di sedersi nelle postazioni, dalle quali ascoltare interventi in lingua.