Altri settori statutari

Altri settori statutari

innovaperoGiro di boa per il progetto AGER Innovapero, che vede la Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara tra gli enti finanziatori. L' iniziativa prevede una forte ed innovativa attività di ricerca finalizzata ad aumentare la competitività della pericoltura e a sostenere un comparto che risente delle forti difficoltà in cui oggi si trova anche il settore agricolo. Quattro gli obiettivi: sostenibilità ambientale delle produzioni, ottimizzazione della tecnica colturale, miglioramento della maturazione e della conservabilità dei frutti; il tutto attraverso dieci linee di ricerca coordinate dal Dipartimento di Colture Arboree dell'Università di Bologna, capofila del progetto. Accanto all'attività di laboratorio è prevista un'intensa sperimentazione di campo, condotta proprio a Ferrara nei frutteti sperimentali della Fondazione per l'Agricoltura "F.lli Navarra", che a fine agosto scorso hanno aperto le porte al pubblico: i ricercatori coinvolti in AGER Innovapero sono stati infatti a disposizione di tutti gli operatori del settore (agricoltori, tecnici, Istituzioni), facendo così conoscere, tra gli altri, i primi risultati sull'irrigazione finalizzati a determinare l'ottimale apporto idrico a seconda delle combinazioni d'innesto e della densità di impianto.

Una classe nel nuovo laboratorio“A beautiful dream” è il titolo della canzone composta dagli studenti del liceo Carducci, con la quale hanno salutato gli ospiti presenti all’inaugurazione del nuovo laboratorio linguistico multimediale del loro istituto. E, in effetti, un bel sogno, divenuto realtà, grazie anche ai finanziamenti della Fondazione Carife, è stato l’allestimento di questa struttura di cui usufruiranno in primis gli alunni del liceo linguistico e pure, compatibilmente con gli orari, gli allievi degli altri indirizzi.

Il 3 novembre scorso, nell’auditorium di Via Canapa, la Dirigente dott.ssa L. Piva ha sottolineato come il laboratorio arricchisca l’offerta formativa della scuola da lei diretta e offra la possibilità di potenziare l’apprendimento delle lingue studiate, ha ricordato poi come la sua realizzazione sia stata possibile per la sinergia di diverse istituzioni che credono nei giovani: la scuola nelle sue varie componenti, l’Ufficio Scolastico Territoriale, la Fondazione Carife e la Provincia.

logo 150 Unità ItaliaMartedì 31 maggio 2011, alle ore 10,30, all’auditorium Santa Monica, presso l’Istituto "Vittorio Bachelet", si terrà la premiazione delle scuole  che hanno partecipato al progetto  che intende ricordare il  150° anniversario dell’Unita’ d’Italia attraverso la partecipazione ai concorsi:

- Uno spot  sull’identità nazionale

- Documenti, Fatti, Personaggi Nazionali e  della Provincia di Ferrara

Per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia la Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cento hanno sostenuto il progetto, coordinato dalla Prefettura di Ferrara, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale e l’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, che ha visto la realizzazione di due concorsi per le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Ferrara.

Foto_GREST2Anche per l’estate 2010 la Fondazione Carife ha assicurato il suo supporto alla parrocchia Natività di Maria di Bondeno per l’organizzazione del consueto Gruppo ricreativo Estivo (GREST).
Com’è ormai tradizione ogni estate, da diversi anni, la Fondazione contribuisce a rendere possibile la bella iniziativa promossa dalla parrocchia di Bondeno. Si tratta di un’occasione su cui molte famiglie contano per assicurare ai propri figli, durante l’estate, la possibilità di trascorrere il loro tempo in un luogo sicuro e protetto in cui poter vivere momenti aggregativi, di gioco e impegno sociale, recependo i valori della solidarietà, uguaglianza e rispetto delle regole.

aias_testataAnche quest’anno la Fondazione Carife ha voluto non far mancare il suo contributo all’Aias (Associazione Italiana per l’Assistenza agli Spastici) della provincia di Ferrara. Il sostegno della  Fondazione all’attività dell’associazione è giunto così al decimo anno.
Se nell’ottica collettiva l’organizzazione del proprio tempo libero viene percepito come un momento non troppo impegnativo che prelude al riposo e al divertimento, per i disabili e le loro famiglie diventa una variabile imprescindibile.

Pagina 1 di 5