Presentazione del volume di Don Franco Patruno, "Equivalenze o dello scrivere l'Arte. Scritti per l'Osservatore Romano"

 

 

don_patruno_copertinaMercoledì 23 febbraio 2011, presso il Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara, è stato presentato il volume di Don Franco Patruno, "Equivalenze o dello scrivere l'Arte. Scritti per l'Osservatore Romano". Il volume, pubblicato con il sostegno della Fondazione Carife, esce a ricordo di Mons. Franco Patruno, sacerdote ferrarese di vasta cultura, artista di valore, uomo di profonda fede e grande apertura intellettuale, scomparso nel 2007.

Il libro raccoglie scritti per l’Osservatore Romano, il quotidiano a cui egli, tra altre testate e riviste, collaborò per lunghi anni come critico cinematografico e d’arte. Le pagine del libro riportano, oltre alcune testimonianze di personalità e amici, i più significativi scritti che il Patruno pubblicò sul quotidiano della Santa Sede: ampie interviste con alcuni personalità della cultura, del cinema e dell’arte, come Ermanno Olmi, Pupi Avati, Folco Quilici, il grande e purtroppo scarsamente conosciuto artista americano William Congdon, convertitosi al cattolicesimo e scomparso ormai da diversi anni, lo scultore Luciano Minguzzi, il cantante Lucio Dalla, lo studioso e saggista Ezio Raimondi ed altri. Poi scritti sull’arte interpretata alla luce di una visione cristiana e teologica, articoli che venivano pubblicati sul quotidiano romano in occasione del Natale, della Pasqua e di altre solennità religiose. Infine una scelta tra le numerosissime recensioni di mostre a cui egli di solito partecipava, in occasione della presentazione alla stampa.