1970 - 1983

Ricca produzione editoriale e impegno verso i giovani


Continua una ricca produzione editoriale di alta qualità, con l'edizione de Il Seicento ferrarese, Il Settecento ferrarese (entrambi di Eugenio Riccomini), L'Ottocento ferrarese (Claudio Savonuzzi), Manieristi a Ferrara (Giuliano Frabetti), Il Novecento ferrarese (S. Zanotto), I pittori di Ercole I d'Este (Silla Zamboni), L'autunno dei manieristi (G. Frabetti).
Nel 1973 l'artista Giorgio Sallustio Rossi dona alla Cassa le sue opere.
Nel 1980 iniziano i lavori di restauro di Palazzo Muzzarelli-Crema (attuale sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara).
Mentre l'anno successivo la Cassa provvede al restauro del chiostro della Basilica di Santa Maria in Vado a Ferrara e della Casa di Girolamo Frescobaldi.
Nello stesso anno viene creata la Fondazione Pianori, in ricordo di un noto proprietario terriero di Portomaggiore, avente lo scopo di acquisire opere d'arte da esporre alla Galleria Civica d'Arte Moderna di Ferrara. Presidente della Fondazione è il presidente della Cassa.
Nel 1981 inizia il sostegno della Cassa alla manifestazione dei Giochi della Gioventù.
Tra il 1981 e il 1982 vengono pubblicati i due volumi dell'Indice ragionato delle "Vite de' pittori e scultori ferraresi" di Girolamo Baruffali (di Amalia Mezzetti e Emanuele Mattaliano). Viene inoltre pubblicato Arazzi a Ferrara di Nello Forti Grazzini.
Nel 1982 il Ministero per il Turismo e Spettacolo consegna alla Cassa la Croce di Malta, per il progetto "Cinema Scuola".
La Cassa finanzia i lavori di restauro del Salone dei Giochi del Castello Estense, avvenuti nel biennio 1983/84.